Pubblicato in: Arricreammec, Enogastronomia per Eventi Social, Novità

Leguminosa virtual tour. E un’incredibile ricetta antica.

Avete sentito parlare di Leguminosa?

Io vi avevo promesso dei contenuti multimediali a riguardo (ve ne avevo scritto , qui).

E allora, eccovi un pò di foto. Ma prima, non potevo non pubblicare questa ricetta.

Un “gagliardissimo” Umberto Di Pietro, titolare dell’omonima azienda agricola, ci svela una ricetta semplicissima per uno shampoo

Assurdo, vero? Devo provare quanto prima 🙂

Ma ora eccovi le foto, come da parola.

Buona visione.

Una bella esperienza davvero, soprattutto perchè…

Ho deciso di iscrivermi a “slow food” 🙂

Emozionato, non mi resta che salutarvi, e augurarvi una serata leguminosa;)

leguminosa-slow-food-napoli

Pubblicato in: Eventi in programma, Novità

A tutta Birra, artigianale! Il mastro birraio Luigi Serpe al South O’ Pub, per imparare a gustare la Maltovivo.

settimana della birra a Napoli

Siamo in piena “Settimana della Birra” e mi sembrava giusto segnalarvi un evento.

Immagine

Luigi Serpe, mastro birraio di “Maltovivo” vi aspetta venerdì 7 Marzo (stasera) al South O’ Pub del mio amico Marco.

L’annuncio, da parte del titolare del nuovo pub meridionalista, viene lanciato su Facebook e io ve ne allego  lo screenshot.

 luigi serpe al sout ò pub napoli venerdi 7 marzo

Come sapete. Io frequento molto il  Sout O’ Pub (nei pressi del centro storico) e se posso vorrei passarci.

Vi garantisco che le birre Maltovivo, che trovate alla spina nelle sue varie declinazioni sono buonissime. E soprattutto, sono prodotte in Campania.

Come i prodotti culinari proposti dal South O’ Pub. Se potete provate l’hamburger di scottona, e poi fatemi un fischio;)

Io dico che è “latte” (per sottolinearne la mia dedizione),  ma aspetto vostri commenti a riguardo.  Se ci passate 😉

Vi saluto, e vi auguro un week end a tutta birra!

Pubblicato in: Enogastronomia per Eventi Social, Eventi in programma, Intrattenimento Smart - far del bene divertendo, anche in tv, Novità

Il futuro del Sud? Luminoso. Anzi “Leguminoso”!

Scopri l’ultima manifestazione gastronomica a Napoli targata Slow Food.

logo slowfood

 Mercato di 40 “bancarelle”, convegni,  Laboratori della Terra,  percorsi didattici per bambini e famiglie,  Laboratori e Teatri del Gusto  con affermati chef del panorama regionale e nazionale.

E’ Leguminosa.

cartellone leguminosa slow food Napoli

Evento internazionale dedicato ai legumi, “carne dei poveri” e patrimonio di straordinaria importanza per l’alimentazione umana.

legumi campania leguminosalegumi campania leguminosa

Dal 7 al 9 marzo 2014 a Napoli, l’evento concepito da  “Slow Food”  Campania.

L’inaugurazione si terrà presso la Galliera Umberto I con la partecipazione del Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro e del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris;

Un evento a “impatto zero”, all’insegna della sostenibilità e del riciclo.

Al Mercato di Leguminosa saranno presenti gli ecotipi nazionali e internazionali più importanti del patrimonio leguminoso dell’umanità.

Uno dei responsabili del progetto, (e un amico che avevamo seguito anche per Buon Pescato Italiano), Antonio Puzzi ha appena pubblicato su Facebook alcune foto anteprima, che vi posto:

Prendete il taccuino, e segnatevi gli orari:)

Il Mercato dei produttori sarà aperto, presso la Galleria Umberto I, venerdì 7 marzo dalle 15,00 alle 21,00; sabato 8 marzo dalle 10,00 alle 21,00 e domenica 9 marzo dalle 10,00 alle 19,00. Negli stessi orari saranno fruibili anche l’Enoteca di Slow Wine, lo Spazio Birra e l’Olioteca di Slow Food Campania.

Vi rimando al comunicato ufficiale, per altri dettagli:

http://www.leguminosa.it/index.php/news/comunicati-stampa/25-leguminosa-2014

Oppure al sito www.leguminosa.it

Se riesco a essere presente all’evento vi posterò un pò di contenuti originali, per analizzare insieme quest’ennesima avventura.

Ora vi saluto e vi aspetto presto sul blog 🙂

Pubblicato in: By night a Napoli, Eventi in programma, Novità

Rocco Hunt a Caserta. La nuova tappa del vincitore di “Sanremo Giovani”, Sabato 8 Marzo. Evento Smentito.

Evento Smentito, clicca qui:

http://hopesocialentertainment.com/2014/03/05/comunicato-smentita-la-presenza-di-rocco-hunt-a-caserta-l8-marzo-cari-lettori-volevo-informarmi-sulla-novita-riguardanti-l8-marzo-rocco-hunt-non-sara-presente-allo-studiouno-di-caserta-a-r/

Una terra che ritrova dignità attraverso la voce di un giovane napoletano (ops, salernitano ).
È successo a Sanremo, ed era il Nord. Ora la parola passa al sud.

Rocco hunt a Caserta studiouno sabato 8 marzo
Dopo un bagno di folla nella sua Salerno, Rocco Hunt sceglie Caserta per l’abbraccio con il pubblico.
Un appuntamento particolare quello del giovane talento.

Particolare come la forza e la dignità dei suoi testi.
Una serata forte, un’esibizione dal vivo. Tra la gente!

Rocco hunt si esibirà sul palco dello “STUDIOUNO”, nota struttura dell’Hinterland partenopeo.

Senza montaggio, senza trucchi.

Studio uno Rocco hunt a Caserta studio 1 sabato 8 marzo

Insomma, un’esibizione vera prima del suo stop di concerti previsto fino all’estate.

Un’opportunità per i fan di poter ascoltare dal vivo “Nu Juorn buon”, il brano con cui Rocco ha sbaragliato la concorrenza, e altri celebri composizioni.

E molti, sono pronti a scommettere, con qualche sorpresa.

Come l’intervento di qualche “collega”.
Clementino? Ivan granatino?!

Chissà se e chi, tra i suoi amici rapper, sceglierà di sostenerlo anche in quest’avventura.

Proprio come durante il Festival della Canzone Italiana.
Una mobilitazione di massa sui social network. Una forza di fuoco alleata dispiegata a sostegno della canzone napoletana, dei suoi valori e quelli del suo popolo.

Clementino sostiene rocco hunt su facebook per Sanremo

Un popolo che non si arrende ma che combatte.

E che da quel palco dello Studio 1, risuonerà piu forte. Più forte ancora, accompagnato da tutti noi. Così forte da risvegliare le coscienze. E trasformare una serata in discoteca in un concerto. E in una riflessione.
Non siamo la terra dei fuochi, hai ragione Rocco.
E quindi aiutaci a gridarlo al mondo.

magica napoli

La serata partirà dalle 22.00 con possibilità di cena, o con formula drink.
Rocco si esibirà verso le ore 24.00.

Il palco dello Studio 1 non sarà quello di Sanremo, è vero.
Ma con la possibilità di accedere al privèe collegato a pochi metri ( per pochi fortunati) si premette uno show unico.

rocco hunt studiouno caserta

Consumando un drink durante la performance artistica con una visibilità e modalità di fruizione comoda e alternativa rispetto a quelle di un Teatro.

Sabato 8 Marzo sarà una data particolare per la città di Napoli.
Non esclusivamente per la Festa delle Donne, a cui vanno i miei migliori auguri in anticipo.
Ma anche perché si realizzerà una sintesi tra intrattenimento e impegno sociale.
E cavolo se ne abbiamo bisogno.

 Sabato 8 Marzo ##ROCCO HUNT live a Caserta. #cemmagnamm

  Io vi saluto, e vi aspetto presto su Hopesocialentertainment per altri appuntamenti.

Pubblicato in: By night a Napoli, Eventi in programma, Novità

Gigi Finizio a San Valentino 2014.Quale giorno migliore per cantare l’amore? Il nuovo concerto con tutta la sua Band.

Gigi Finizio sceglie Caserta, per un concerto dedicato agli innamorati.

GIGI FINIZIO al TEATRO LENDI DI SANT ARPINO (Caserta) il 14 / 15 febbraio

Il 14 Febbraio l’artista partenopeo e la sua intera Band si esibiranno al Teatro Lendi di Sant’Arpino.

GIGI FINIZIO al TEATRO LENDI DI SANT ARPINO (Caserta) il 14 / 15 febbraio tramite

Noi di hope

anche stavolta non potevamo mancare.

Dopo il “Concerto di Natale” del 26 dicembre 2014 al Palazzetto dello Sport di Aversa, si replica il successo in una location elegante, comoda e funzionale.

Il Teatro Lendi è pronto ad accogliere tutti i fan di Gigi Finizio.

Noi ci siamo stati e ve lo presentiamo in anteprima:

DSC02403

Come vedete il teatro Lendi è davvero accogliente, e ben strutturato.

Abbiamo testato l’impianto audio e possiamo garantire un’ottima acustica.

Per la visuale vi postiamo le foto, in modo che possiate apprezzare da soli l’ottima disposizione dei posti, tutti a sedere in poltroncina, e la vicinanza al palco, che assicurano una piacevole esperienza.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Non c’è che dire, Gigi Finizio potrà dare del suo meglio, e far sognare gli innamorati.

Anche perché si sa, quando è accompagnato da tutta la sua band, la richiesta di bis da parte del pubblico è la regola. Luce, poesia, cuore.

Non solo voce, ma anima.

Ora vi salutiamo, Se anche voi volete passare una serata romantica, e volete essere al Concerto di San Valentino di Gigi Finizio, vi posto il link all’evento fb:

https://www.facebook.com/events/500185756766665/

Il costo è di 35€.

Per le info e ticket:

– Napoli e Provincia

3392413201 – 3491122442

– Caserta

3403810912

GIGI FINIZIO al TEATRO LENDI DI SANT ARPINO (Caserta) il 14 / 15 febbraio tramite

Teatro Lendi 

Via A. Volta 176, 81030 Sant’Arpino

Un saluto a tutti,

Checco Smile.

Pubblicato in: By night a Napoli, Eventi realizzati, Novità

Simone Schettino, il Fondamentalista del Sud, nella sua unica data flegrea del 2013 il 25 Luglio al Ramo d’oro.

Simone Schettino, il Fondamentalista del Sud, nella sua unica data flegrea del 2013 il 25 Luglio al Ramo d’oro.

Il sud può contare ancora su valorosi difensori della propria dignità.
Il Nord e la Lega insistono nel cercarvi la causa del male dell’Italia, ma la storia ci dice che non è così.
SIMONE SCHETTINO AL RAMO D'ORO BACOLI 25.07.2013

Simone Schettino, tra satira, cultura e divertimento riesce da anni, con eleganza e ironia ad arginare l’arroganza polentona e
Il 25 Luglio, lo farà ancora una volta, dal vivo al Ramo D’oro Eventi, una particolarissima location, tra uliveti e una “gold Cave” risalente a centinaia di anni fa.

ant_baia_castello

Sullo sfondo del Castello Aragonese e con l’atmosfera incantata di Bacoli, 400 persone avranno l’onore e il piacere di assistere all’unica data Flegrea dell’artista, consumando una prelibata cena, tra riflessione e sorrisi.

A Seguire ci si trasferirà nella frescura della Gold Cave, con giochi di luci e ombre mozzafiato e forza evocativa assoluta, per assaggiare un drink, tra mito, cultura, storia e dignità sudista. Music selection by Massimo Bove.

L’organizzazione e’ affidata a Costantino Malgieri e Pino Mosca, amici del Sud, e punti di riferimento per quanti vogliano trovare un senso profondo ai semplici sorrisi.

Ticket: Cena 30€
Solo Aperitivo in Gold Cave: 10€
LOGO RAMO D'ORO BACOLI SIMONE SCHETTINO

Comunicazione a cura di Hopesocialentertainment.com

Contatti e accrediti stampa:
Dott. Carrese
Fcantaresbroker@gmail.com
392.56.87.513

SCOPRI COME E’ ANDATA:
http://hopesocialentertainment.com/2013/08/03/simone-schettino-al-ramo-doro-vi-racconto-come-e-andata-che-show/

Pubblicato in: Made in Sud - valorizziamo il sud, Novità

Daverio per i monumenti del Sud

Non si può negare che Daverio sia “Made in Sud”. Rivalutiamo i nostri monumenti, patrimonio mondiale.

il Blog di ANGELO FORGIONE

Angelo Forgione – “Save Italy”, il movimento d’opinione di Philippe Daverio per la sensibilizzazione alla salvaguardia dei monumenti d’Italia, è giunto a Caserta per richiamare l’attenzione sull’incuria nazionale nei confronti del patrimonio del Sud, proprio mentre il ministro per i beni culturali Massimo Bray visitava la Reggia.
Insieme ad una nutrita rappresentanza del Movimento V.A.N.T.O., che ha esposto un evidentissimo striscione, ho ringraziato il noto critico d’arte donandogli il mio lavoro editoriale Made in Naples (guarda il video), decisamente attinente alla tematica dell’evento e in nome di una cultura da rivalutare. Su di un palco improvvisato (una carrozzella a cavallo) con il sindaco Del Gaudio, Daverio ha parlato ai presenti iniziando il suo appello condividendo uno grosso striscione esposto dal Movimento V.A.N.T.O.: «Sono d’accordo – ha detto – ma non sia una non unità. È vero che quello che è successo con l’Unità nazionale è ancora da dibattere e da…

View original post 288 altre parole

THE SPY WHO LOVES ME – PRIVATE WINE PARTY A PALAZZO CARACCIOLO

Eccovi un bel link che mi sento di segnalarvi, se amate il vino, Napoli e L’intrattenimento d’élite:

THE SPY WHO LOVES ME – PRIVATE WINE PARTY A PALAZZO CARACCIOLO

“Anche quest’anno l’elegante Palazzo Caracciolo di Napoli è stato protagonista del Wine Party di gala che si inserisce nel circuito Wine&Thecity, il “Fuori salone” di Vitignoitalia che mette insieme la cultura del buon bere con la moda, il design, la musica e l’arte.”

Qui trovate un bel foto-resoconto con tanto di piatti gourmet di grandi chef;)
Ringrazio la mia collega Roberta Di Guida per la segnalazione.

Pubblicato in: Arricreammec, Novità

I Feudi di San Gregorio. Le mie impressioni dopo la visita in azienda. Finalmente ho capito cosa c’è’ di speciale nel loro vino.

Feudi di san gregorio ingresso e logo vino
Signori, qui ai Feudi di San Gregorio, si respira aria pura, e in uno scenario che a definirlo bucolico e’ limitativo, si può bere del buon vino.
Come lo preferisci? Rosso? Bianco? O rosato?
In questo posto fatato dell’Avellinese se ne trovano di tutti i gusti, e tra una democraticcissima Falanghina, un Greco di Tufo che è’ tutto minerale, un morbido Fiano, fino al re dei re, il Taurasi (ma va bene anche un Aglianico in divenire) si riscoprono le proprie radici. Eh si, miei cari lettori, perché se vi scrivo a riguardo di questa realtà (conosciuta grazie al Master del Gambero Rosso che sto frequentando con sempre più passione) e’ proprio per questo.
Perché ho finalmente capito!
Ho sempre sentito parlare del vino come fortissimo elemento identitario e di ancoraggio al territorio di provenienza, ma devo ammettere che non avevo mai compreso.
Fino a poche settimane fa. Fino a quando non ho conosciuto i Feudi.
E appena ho trovato un attimo di tempo ho pensato di parlarvene:

COSA MI HA COLPITO?
In questa azienda, che vi assicuro vale la pena di visitare, ho scoperto una cosa che mi ha colpito molto:
Il 50 % della produzione e’ affidata a piccoli agricoltori locali, in maniera tale da non incidire troppo incisivamente sull’equilibrio dell’ecosistema circostante. Perché l’opera dell’uomo ha un forte impatto sul territorio, e si è’ pensato prima di tutto a preservare quest’ultimo.
Questi piccoli produttori, infatti, venendo retributi “il giusto” possono permettersi di continuare il loro lavoro artigianale, tramandato di generazione in generazione, e che ha caratterizzato profondamente questi scenari, questa terra, a volte difficile, ma ricca di storia, tradizione, e genuinità.
Un’impresa etica, quindi, anche dal punto di vista socio-economico, non solo per gli aspetti legati ai metodi produttivi, ma soprattutto per gli aspetti identitari orgogliosamente mostratici.

In fondo, per spiegarvi cosa vuol dire “legame con il territorio”, posso usare un’immagine, per cercare di renderla quanto più comprensibile possibile:

Vigna feudi di san Gregorio avellino

Chiudi gli occhi e fingi per un attimo di trovarti tra queste vigne.
Immagina l’aria fresca, i profumi forti e prepotenti della natura che dilagano nelle tue narici. Fermati ed ascolta il cinguettio degli uccelli, gustati la libertà, l’incontaminatezza.
E ora procedi con me in un’immaginaria passeggiata nella vigna.

Vigna feudi di san Gregorio Avellino Focalizza il tuo sguardo prima di tutto sulla perfezione geometrica di questa immensa distesa di vite. Il verde delle foglie e il rosso dei chicchi di uva sono i colori preponderanti. Ammira con quanto amore vengono coccolati.
A questo punto pensa di avere con te un calice di rosso. Un Taurasi, magari. E di iniziare a sorseggiarlo lentamente, mentre continuiamo la nostra camminata nel verde.
Bene, ora prova a “collegarti”. A capire che ciò che stai bevendo non è altro che un sorso di quest’esperienza in un attimo di piacere. O anche viceversa, che l’esperienza che stai vivendo e’ concentrato nel calice che stai gustando.
Immaginati a mille km di distanza. E di soffrirne.
Immagina di voler tornare con la mente in questo scenario.
Immagina che solo queste terre possono produrre questo specifico vino e farti provare queste esatte sensazioni. Che ti sembrano tutte tue personali. Ma che invece non ti fanno comprendere altro che se un vino rappresenta un territorio e un territorio rappresenta chi ci vive e chi lo vive, non stai bevendo più un “succo d’uva”. Stai riappropiandoti di te stesso. Ti stai riagganciando al territorio da cui provieni. Ma tu sei il territorio da cui provieni, e il territorio e’ anche costituito da te e ciò che in parte gli hai ceduto.
E allora diventa un’esperienza. Un viaggio simbolico. Una contemplazione di se stessi.

Feudi di san Gregorio Degustazione vini in azienda
E allora capisco perché da tutto il mondo richiedono questi vini, e l’export correlato non conosce crisi. Chi non vorrebbe al prezzo di pochi euro, fare un viaggio nell’universo della “Campania Felix”, meta da secoli di artisti, filosofi, pensatori, lavoratori, terra trabordante di storia e tradizioni millenarie. La terra del Vesuvio, che con la sua rabbia ha permesso di avere una qualità di viti irreplicabile in tutto il mondo. La terra dove puoi incontrare un’azienda, come I Feudi di San Gregorio, che oltre a parlarti delle “perle di Fiano” (vite con oltre un secolo di vita) ti parlano di una storia millenaria. Ti parlano di te stesso.

E allora miei cari lettori, fattelo questo “sacrificio”, ne vale la pena.
Bevete consapevolmente. E non mi riferisco alla guida. Trovate il vostro legame. E se anche non siete Campani e volete immedesimarvi in questa realtà, fate come me, concedetevi un buon vino e qualche attimo di contemplazione.

Visita in azienda feudi di san Gregorio master gambero rosso

Io vi prometto che presto posterò altri contenuti riguardanti questi temi, che mi appassionano tanto e che magari potrebbero interessare anche a voi, miei follower. In fondo, il vino non si beve solo per contemplare, ma in quanti aperitivi, in quante cene, e in quanti eventi ci fa compagnia?
E allora non possiamo che approfondire, approfondire, approfondire.
Un saluto a voi cari lettori, e non perdetevi il prossimo articolo in uscito su Villa Vignae, altro paradiso terrestre sito in Taurasi! A presto, Checco

Ps IL VINO CHE MI È’ piaciuto DI PIÙ?
Il FIANO, invecchiato di qualche anno:P